Potare correttamente gli alberi da frutto

 

Le basi e gli attrezzi giusti

Gli alberi fruttiferi vanno potati ogni anno per salvaguardarne la salute e garantire un'abbondante produzione di frutti.

Il momento giusto

Gli alberi da frutto conviene potarli quando si sono spogliati delle foglie. I vari rami sono così più visibili, il che facilita la potatura. Inoltre in autunno l'albero sottrae i nutrienti alle foglie e li immagazzina. Se un albero viene potato prima, questo scambio di nutrienti non può avvenire in misura completa.

I rami giusti

I rami sottili che si sviluppano in verticale crescono molto velocemente, ma portano pochi frutti, mentre i rami che si sviluppano in orizzontale crescono più lentamente, ma sono carichi di frutti. Pertanto, ai fini di un prospero raccolto, occorre favorire i rami con portamento orizzontale, potando invece i getti verticali o cimando i getti apicali.

Quando due rami si toccano o addirittura si intralciano, uno dei due deve essere eliminato. Questo vale per tutti i rami che crescono in una direzione anomala disturbando lo sviluppo di altri rami.

Anche i getti radicali e i getti laterali superflui vanno eliminati, perché consumano soprattutto le sostanze nutritive e possono compromettere il raccolto.

Infine occorre anche evitare che i rami crescano troppo vicini. Pertanto, anche in questo caso, conviene eliminare il ramo meno sviluppato.

La giusta misura

Ma, quanto potare gli alberi da frutto? Dipende innanzitutto dall'obiettivo che ci si pone. Per esempio, una potatura decisa favorisce maggiormente la crescita del legno, mentre una potatura leggera gioverà al raccolto. In linea di massima, un giardiniere non professionista è piuttosto restio a tagliare e tende quindi a tagliare di meno piuttosto che troppo. Meglio però non temere e tagliare tranquillamente un po' di più!

Il punto giusto dove tagliare

Tagliare i rami sempre immediatamente dietro l'anello del ramo, ovvero il più possibile vicino al ramo principale o al tronco. Ciò evita che l'albero produca di nuovo getti dal moncone rimanente.

L'attrezzatura giusta

Per i rami più sottili, che è possibile tagliare in una sola volta con un troncarami, sono ideali le cesoie bypass o le forbici da giardino bypass. Per i rami più spessi è invece indicata la sega per rami perché le cesoie schiaccerebbero troppo i rami lesionando l'albero.

Produktfinder Gartenmöbel