Piante autoctone – Il fondamento della fauna locale

Vengono considerate autoctone da un lato tutte le piante che si sono sviluppate in modo naturale come ad esempio la quercia, la stella alpina il dente di leone ecc. e dall'altro anche le piante che si sono diffuse in Svizzera oltre 500 anni fa (prima della scoperta dell'America) o che si sono affermate da noi in modo naturale. Le piante autoctone costituiscono il fondamento indispensabile per la vita della fauna locale.
Anche alcune specie introdotte dall'uomo si sono nel frattempo integrate nella flora locale come il castagno (Castanea sativa). Introdotto originariamente dall'area del Mediterraneo, il castagno si è integrato col tempo nella nostro ambiente naturale. "Info Flora", la fondazione attiva nell'ambito dell’informazione e della promozione della flora selvatica in Svizzera, classifica infatti anche queste piante come autoctone.
Altre piante vengono poi coltivate da secoli come piante utili o da giardino, ma non si sono mai diffuse liberamente nella natura. La ragione di ciò va cercata nell'assenza di agenti d'impollinazione e diffusione o nell'incapacità di affermarsi tra le piante autoctone. Rientrano tra le piante di questo tipo quelle da aiuola e da balcone, come tagete, gerani (pelargonie) e forsizie. Anche molte piante da coltura, come ad esempio le patate, fanno parte di questa categoria. Non hanno mai potuto diffondersi liberamente in natura e non sono quindi considerate specie autoctone.
Spesso le piante autoctone fioriscono di meno e danno meno frutti rispetto alle piante provenienti da altre regioni o da coltivazione. Anche per tale ragione le piante autoctone non vengono piantate spesso nei nostri giardini. Presentano però dei chiari vantaggi ecologici e, laddove possibile, si dovrebbe dare loro la precedenza.

Cura

Oltre al valore ecologico, le piante autoctone hanno il grande vantaggio di non richiedere particolari attenzioni. Essendosi adattate già da secoli al nostro clima e ai nostri terreni, non necessitano di cure intense. Vanno annaffiate solo l'anno della loro messa a dimora ed eventualmente durante le estati particolarmente secche. Anche la loro resistenza al freddo invernale è un grande vantaggio. Superano infatti senza problemi inverni lunghi e freddi e non richiedono una protezione invernale.

 

Naturalmene anche le piante autoctone possono essere colpite da malattie e infestate da parassiti. Se ciò accade, si dovrebbe dare la precedenza all'equilibrio naturale. L'uso di prodotti fitosanitari chimici va evitato assolutamente, perché minaccerebbe la fauna locale.

 

Le piante autoctone si riconoscono dal marchio "Specie autoctona". A partire dalla primavera del 2020 offriremo un miglior orientamento in tutte le sedi di Do it + Garden. Con l'acquisto di piante contrassegnate dal logo "Autoctona" si favorisce direttamente la biodiversità in Svizzera.

Moduli di piante precoltivate Sellana – sistema modulare per la sostenibilità

Con i moduli di piante precoltivate Sellana si crea facilmente una maggiore biodiversità in giardino, sulla terrazza o sul balcone. I moduli di piante precoltivate sono già pronti con circa 15 specie diverse di piante e, a seconda delle necessità, si possono allineare uno accanto all'altro secondo un principio modulare.

 

I moduli vengono coltivati per un anno in Svizzera prima di essere messi in vendita. La composizione delle diverse specie viene determinata da esperti ed è tale da comprendere piante che fioriscono in primavera, in estate e in autunno. Con normali condizioni meteorologiche si ottiene una fioritura continua da marzo fino a ottobre. Le piante sono pluriennali e resistenti al gelo. Sono disponibile diverse composizioni.

 

Nei moduli di piante precoltivate l'innovazione si fonde con la sostenibilità. I moduli sono composti da un tappetino in lana di pecora di provenienza svizzera al 100% che serve da supporto e da fornitore di sostanze nutritive e da un substrato per coltivazione privo di torba e di fibre di cocco in cui crescono le diverse specie di piante. Nella realizzazione dei moduli di piante precoltivate si dà importanza non solo al prodotto ecologico, ma anche alla produzione interamente sostenibile. Per questo tutti i materiali utilizzati provengono dalla Svizzera. La vaschetta in PET permette una logistica pulita.

 

Ulteriori informazioni sono disponibili nell'articolo del nostro blog.

Arbusti selvatici: non solo per le siepi

Le siepi di arbusti selvatici autoctoni sono particolarmente utili per gli uccelli. In esse la fauna locale trova una fonte di nutrimento, protezione e un luogo adatto per nidificare. Per questa ragione l'assortimento di arbusti selvatici di Do it + Garden è stato ampliato intenzionalmente. Sono disponibili le seguenti specie: Viburnum opulus, Viburnum lantana, carpino, corniolo, nocciolo, Ligustrum, evonimo e tante altre.

Produktfinder Gartenmöbel