left center right
Stampare

Phala mini nel coprivaso

Prodotto disponibile solo nelle nostre filiali

Descrizione

La Phalaenopsis appartiene alla famiglia delle orchidee (Orchidaceae) e raggruppa vari generi esotici. Il nome botanico deriva dalle parole greche phalaina e opsis, in quanto i suoi fiori ricordano la forma delle farfalle notturne. Infatti questa varietà viene anche chiamata orchidea farfalla. Le Phalaenopsis sono note e apprezzate soprattutto come piante decorative, in particolare gli innumerevoli ibridi dai fiori decisamente grandi sono conosciuti a livello mondiale e registrano una domanda in crescita. Ogni anno nei supermercati, nei centri di fai da te e nei vivai si vendono milioni di piante in vaso, mentre presso i fiorai le vendite si concentrano sui fiori recisi. Varietà pure e determinati ibridi sono in parte apprezzati oggetti da collezione. Le Phalaenopsis sono state menzionate per la prima volta nel 1704, mentre lo sviluppo dei primi ibridi artificiali risale al 1886 a Chelsea, quartiere di Londra. Le orchidee del genere Phalaenopsis sono originarie delle foreste pluviali tropicali del Sud-est asiatico. Tutte le varietà senza distinzione si contraddistinguono per lo sviluppo monopodiale, ossia crescono soltanto in altezza e di solito non formano alcun germoglio secondario. La maggior parte ha un comportamento epifita, quindi si sviluppa su rami e ramificazioni di alberi, o sui tronchi; alcune varietà vivono su rocce ricoperte di muschio (litofite). Le foglie più o meno coriacee che, di norma, sono disposte in modo distico su linee cha vanno da due a sei, sono diverse a seconda della varietà per forma, colore e dimensione. Le varietà minuscole con infiorescenze comprese tra i 10 e i 40 cm circa e dalle foglie moderatamente coriacee, come la Phalaenopsis appendiculata, si differenziano molto nettamente dagli esemplari grandi, come la Phalaenopsis gigantea, le cui infiorescenze possono superare i 100 cm e presentano foglie estremamente coriacee e carnose, dalla colorazione che varia dal verde chiaro al verde suso, come nel caso della Phalaenopsis amabilis e della Phalaenopsis gigantea. Alcune varietà presentano foglie argentee maculate, come, per esempio, la Phalaenopsis stuartiana e la Phalaenopsis schilleriana. Di norma dal "cuore" della pianta si sviluppano una o due foglie nuove a stagione, mentre nell'estremità inferiore della parte assile del germoglio una o due foglie ingialliscono, seccano e cadono. Le numerose radici opache e carnose si sviluppano alla base della parte assile del germoglio o, in alternativa, in corrispondenza dei nodi inferiori, in parte anche tra le foglie, sono spesse da uno a otto millimetri e non servono soltanto per assorbire sostanze nutritive e acqua, ma fungono anche da rizoidi. Alcune varietà sono in parte decidue, caratteristica imputabile alle condizioni climatiche del luogo. Sono pertanto dotate di radici che contengono clorofilla e sono inoltre provviste di velamen radicum.

Prodotto dettagliato

Numero di articolo
300145300000
Nome tedesco
Phalaenopsis
Nome botanico
Phalaenopsis
Disponibilità delle filiali ca.
Da inizio gennaio a fine dicembre
Durata di vita nominale [h]
Annuale
Luogo
Camera
Periodo di fioritura
Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre
Colore dei fiori
Bianco, Rosso, Rosa, Giallo, Arancione, Multicolore
Forma di crescita
Verticale
Altezza pianta inclusivo vaso
20.0 cm
Grandezza del vaso
12 cm
Fabbisogno di luce
Semiombreggiato
Avvertenze
Non ingerire
Coprivaso
Si
Consigli per la cura
Bagnare normalmente
Colore del coprivaso
Bianco
Le piante sono prodotti freschi e non è possibile fare indicazioni attendibili in merito alla disponibilità di ogni singola filiale.

A seconda della vendita stagionale si troveranno, presto o tardi, presso le nostre filiali. Informazioni approssimative sono disponibili alla voce "Disponibilità nelle filiali" nella pagina dei dettagli del prodotto.

In caso di necessità informatevi presso la vostra filiale Do it + Garden.
Grazie mille per la sua raccomandazione
Phala mini nel coprivaso 300145300000 0 ZDUG Phala mini nel coprivaso CHF 12.90

La Phalaenopsis appartiene alla famiglia delle orchidee (Orchidaceae) e raggruppa vari generi esotici. Il nome botanico deriva dalle parole greche phalaina e opsis, in quanto i suoi fiori ricordano la forma delle farfalle notturne. Infatti questa varietà viene anche chiamata orchidea farfalla. Le Phalaenopsis sono note e apprezzate soprattutto come piante decorative, in particolare gli innumerevoli ibridi dai fiori decisamente grandi sono conosciuti a livello mondiale e registrano una domanda in crescita. Ogni anno nei supermercati, nei centri di fai da te e nei vivai si vendono milioni di piante in vaso, mentre presso i fiorai le vendite si concentrano sui fiori recisi. Varietà pure e determinati ibridi sono in parte apprezzati oggetti da collezione. Le Phalaenopsis sono state menzionate per la prima volta nel 1704, mentre lo sviluppo dei primi ibridi artificiali risale al 1886 a Chelsea, quartiere di Londra. Le orchidee del genere Phalaenopsis sono originarie delle foreste pluviali tropicali del Sud-est asiatico. Tutte le varietà senza distinzione si contraddistinguono per lo sviluppo monopodiale, ossia crescono soltanto in altezza e di solito non formano alcun germoglio secondario. La maggior parte ha un comportamento epifita, quindi si sviluppa su rami e ramificazioni di alberi, o sui tronchi; alcune varietà vivono su rocce ricoperte di muschio (litofite). Le foglie più o meno coriacee che, di norma, sono disposte in modo distico su linee cha vanno da due a sei, sono diverse a seconda della varietà per forma, colore e dimensione. Le varietà minuscole con infiorescenze comprese tra i 10 e i 40 cm circa e dalle foglie moderatamente coriacee, come la Phalaenopsis appendiculata, si differenziano molto nettamente dagli esemplari grandi, come la Phalaenopsis gigantea, le cui infiorescenze possono superare i 100 cm e presentano foglie estremamente coriacee e carnose, dalla colorazione che varia dal verde chiaro al verde suso, come nel caso della Phalaenopsis amabilis e della Phalaenopsis gigantea. Alcune varietà presentano foglie argentee maculate, come, per esempio, la Phalaenopsis stuartiana e la Phalaenopsis schilleriana. Di norma dal "cuore" della pianta si sviluppano una o due foglie nuove a stagione, mentre nell'estremità inferiore della parte assile del germoglio una o due foglie ingialliscono, seccano e cadono. Le numerose radici opache e carnose si sviluppano alla base della parte assile del germoglio o, in alternativa, in corrispondenza dei nodi inferiori, in parte anche tra le foglie, sono spesse da uno a otto millimetri e non servono soltanto per assorbire sostanze nutritive e acqua, ma fungono anche da rizoidi. Alcune varietà sono in parte decidue, caratteristica imputabile alle condizioni climatiche del luogo. Sono pertanto dotate di radici che contengono clorofilla e sono inoltre provviste di velamen radicum.