left center right
comp_ratgeber_tuerueberwachung_wysiwyg

Citofoni e spioncini: tenere sott'occhio chi sta davanti alla porta

Tutti hanno già avuto quella sensazione di incertezza quando il campanello squilla nonostante non si aspetti nessuno. Per questi casi, la tecnica moderna offre varie possibilità di sorveglianza per le porte. In aggiunta all'articolo sulla videosorveglianza, qui di seguito ti mostriamo le possibilità di sorveglianza tramite citofono e spioncino.

Sapere chi si trova davanti alla porta aumenta il benessere in casa

Oggi per molte persone non basta avere un impianto di sicurezza per la porta. Chi vuole proteggersi contro visite inaspettate o scassi dovrebbe investire in un impianto di sorveglianza delle porte. Le possibilità in riguardo sono numerose: a chi punta più verso un impiego semplice e una soluzione economica viene consigliato l'acquisto di uno spioncino. Nel nostro assortimento Do-it trovi sia

la classica variante meccanica sia quella digitale alimentata dalle pile. Chi invece desidera anche comunicare con il visitatore, dovrebbe optare per un citofono. A tale proposito esistono soluzioni radiocontrollate e a cablaggio, nonché la possibilità di una sorveglianza supplementare tramite uno schermo.

Citofoni: sorveglianza delle porte e comunicazione in uno

In aggiunta alla sicurezza delle porte tramite dispositivi di chiusura moderni, oggigiorno molte persone ampliano la sorveglianza delle porte con l'impiego di un citofono. Questi sono dotati di un apriporta elettrico e di una stazione di comunicazione. Un videocitofono consente di vedere il visitatore, di parlargli e di concedergli l'accesso.

Grazie alla tecnologia agli infrarossi ciò è addirittura possibile al buio, senza ulteriore illuminazione. I citofoni digitali possono essere installati già durante la fase di costruzione o anche in un secondo tempo, poiché è possibile utilizzare i cavi per il campanello e di apertura della porta già esistenti.

Esistono due tipi di citofoni

  • Apparecchi radiocontrollati
  • Apparecchi non radiocontrollati

 

Per me la sicurezza inizia nel sapere chi si trova davanti alla porta. Da hobbista preparo ovviamente da solo la mia porta. 
Reto Schilling, Specialista della sicurezza


Citofono radiocontrollato

Un citofono radiocontrollato può essere l'ideale per appartamenti e case con un cablaggio insufficiente. Un impianto del genere offre numerosi vantaggi rispetto a un impianto a cavi. Da un lato non occorre posare ulteriori cavi e dall'altro il raggio d'azione è superiore rispetto ai citofoni cablati. Un citofono radiocontrollato può inoltre essere semplicemente smontato e rimontato nella nuova casa o nel nuovo appartamento.

I moderni proprietari di casa desiderano un videocitofono per la loro casa. Questi hanno il vantaggio di mostrare un'immagine del visitatore sul display del telefono di casa. In questo modo si ha la possibilità di respingere o semplicemente ignorare visitatori indesiderati. Spesso questa tecnologia viene applicata nel settore della sicurezza.

Citofono non radiocontrollato

Citofono con stazione di comunicazione senza videocamera

Citofono con stazione di comunicazione senza videocamera

I citofoni cablati esistono nelle varianti con 2, 3 o 4 cavi. La variante a 2 cavi appartiene alla tecnica più moderna, ma anche gli impianti più datati si lasciano aggiornare.

Se desideri collegare più videocitofoni ti serve uno schema dell'impianto elettrico per il citofono.

 

Spioncino: la sorveglianza più economica

 Spioncino meccanico e digitale (a pile)

Spioncino meccanico e digitale (a pile)

L'installazione di uno spioncino è il metodo più semplice ed economico per controllare chi si trova davanti alla porta, senza doverla aprire.
Vi sono spioncini meccanici (standard) e digitali.

 

comp_ratgeber_tuerueberwachung_teaser



Panoramica dei nostri consigli per la sicurezza

.. .. ..

.. .. ..

..